mario dentone
condividi questa pagina su Facebookinvia questa pagina per emailstampa questa pagina
benvenuto ! l´artista
» profilo biobibliografico dell'artista le opere
» la produzione narrativa, teatrale, saggistica, … i ricordi
» siamo plasmati con i nostri ricordi l´agenda
» i prossimi incontri a calendario gli amici
» i link dei siti amici scrivimi
» suggerimenti, commenti, idee, un saluto, …

 

La Badessa di Chiavari
[2007]

Tutto per una recensione apparsa su un grande quotidiano, “La stampa”, nell’inserto settimana di “Tuttolibri”, a firma di Giuseppe Cassieri, nel presentare una nuova edizione della Cronaca di Salimbene de Adam, frate un po’ girovago e pettegolo, ma testimone diretto del secolo XIII, lo stesso secolo di Dante Alighieri, secolo di Federico II di Svevia e delle lotte fra Impero e Chiesa, fra religioni e guerre sante.

Tutto per aver letto di sfuggita, nell’atto di voltar pagina, in quella recensione, la parola Chiavari. Come? La mia città di gioventù, di studi, persino di nascita, sia pure perché c’era l’ospedale. Da quel momento non ne uscii se non col romanzo… Donna Cecilia di Sanvitale (o San Vitale), lei, la Badessa di Chiavari, venuta da Parma, la quale “morì di mala morte, percossa da Dio, per la sua negligenza e avarizia”. Sì, ma prima di quella morte? A Parma, nella famiglia, nella società? Il ruolo delle donne, il monachesimo, le regole benedettina e francescana?

Cominciai ricerche ovunque: alberi genealogici, archivi, incunaboli, fascicoli capitolari, Bobbio, Parma, Livorno, istituti medievali, annali… Niente, o quasi, su Cecilia futura Badessa di Chiavari. Era una San Vitale unica femmina con sei fratelli maschi, facile quindi stabilirne il destino. Era una Fieschi per parte di madre, e fu chiamata a Chiavari dal cugino cardinale Guglielmo Fieschi a dirigere il monastero delle Clarisse appena fondato da lui. Niente altro. Così il narratore, dopo trecento e passa libri letti, un incredibile mole di appunti raccolti, ha preso la penna al posto dello storico e ha costruito una storia comunque possibile per portare Cecilia a quella fine, unico accenno concreto, secondo il racconto di Salimbene…

Chissà se fu proprio così? Oppure ci sarà altra storia? Certamente proseguirò le ricerche, e magari, un giorno…

 

Editoriale Tipografica De Ferrari
[ dal sito dell'Editore è anche possibile acquistare online ]

 

leggi le prime pagine del libro
["LaBadessaDiChiavari_Inizio.pdf", 251 KB]
prime pagine
visualizza la copertina del libro
["LaBadessa_cvr.jpg", 423 KB]
copertina

 

 


Indirizzo email protetto dal bots spam. Devi abilitare Javascript per vederlo.

disclaimer privacy warning credits favorites