mario dentone
condividi questa pagina su Facebookinvia questa pagina per emailstampa questa pagina
benvenuto ! l´artista
» profilo biobibliografico dell'artista le opere
» la produzione narrativa, teatrale, saggistica, … i ricordi
» siamo plasmati con i nostri ricordi l´agenda
» i prossimi incontri a calendario gli amici
» i link dei siti amici scrivimi
» suggerimenti, commenti, idee, un saluto, …

 

Il padrone delle onde
[2010]

Dalla pancia della madre si tuffò nella schiuma di un’onda lunga; nessun battesimo fu più battesimo, e il prete sorrise e disse: «Affido questo bimbo al mare suo destino». E così fu.

Da piccolo si spaccò la schiena come zavorratore, caricando sabbia per i grandi velieri oceanici, e intanto sognava l’orizzonte sempre più in là, dove può spingersi lo sguardo, perché il mare, come la fantasia e la volontà, non ha confini. Un giorno prese il largo e cominciò la sua avventura: il porto di Genova e le barche, la piccola lancia a remi, il leudo, la tartana per il primo viaggio da comandante, fino a diventare vero capitano di lungo corso su un brigantino. Così fu la vita di Giuseppe Vallaro venuto al mondo a u cantu da groga, «l’angolo della gloria», a Moneglia.

Per tutti fu sempre e solo Geppin, padrone di barchi, di onde e di vento e protagonista della grande epopea ottocentesca dei marittimi liguri.

Un romanzo di mare e d’avventura, di predoni e naviganti, di miseria e amore.

«Come un vero ligure era padrone
di onde e di vento,
e chi è stato col mare negli occhi una vita
nel mare vorrebbe anche morirci.»

— § —

 

 

Edito nel 2010 da Mursia,
“Il padrone delle onde” è andato esaurito e ristampato
dopo solo due mesi dall'uscita.
Oggi è alla seconda edizione e nona ristampa.

Rassegna stampa

 

PREMIO MARINCOVICH PER LA NARRATIVA

Roma, 12 aprile 2011
Vincitore Mario Dentone col romanzo “Il padrone delle onde” (Mursia)

MOTIVAZIONI

Dalla piccola storia di un giovane zavorratore di Moneglia, nel Levante Ligure, Mario Dentone ha scritto un romanzo storico, ricostruendo con dovizia di dettagli l’aria che si poteva respirare in quello spicchio di mare nell’Ottocento.

Dalla vita degli spaccapietre a quella del porto di Genova. Dalla generosità allo spirito di accoglienza. Dalla voglia di crescere al coraggio di affrontare e sconfiggere i pirati, per poi sentirsi pronto ad affrontare il grande mare, con viaggi sempre più lunghi su barche sempre più grandi da parte di Giuseppe Vallaro detto Geppin classe 1804.

Descrizioni avvincenti e commoventi che fanno di questo libro un piccolo gioiello della marineria.

COMMENTO
Prof.ssa Graziella Corsinovi
( Università degli Studi di Genova, Dipartimento di Studi umanistici )

 

— § —

 

È possibile acquistare online “Il padrone delle onde”
dal sito “Ugo Mursia Editore” e dal sito “Hoepli.it

 

leggi le prime pagine del libro
["Il-padrone-delle-onde_Inizio.pdf", 1933 KB]
prime pagine
visualizza la copertina del libro
["Il-padrone-delle-onde_cvr.jpg", 263 KB]
copertina

 

 


Indirizzo email protetto dal bots spam. Devi abilitare Javascript per vederlo.

disclaimer privacy warning credits favorites