Mario Dentone, nato a Chiavari nel 1947, è cresciuto a Riva Trigoso e vive a Moneglia. Ha collaborato con la facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Genova.

Ha pubblicato varî romanzi… Equilibrio (1981, vincitore del premio “Rapallo Prove”); Al Mattino Era Notte (1983); Donna di carta velina (1988); Il gabbiano (1995); La Badessa di Chiavari (2007, messo in scena nel 2009 a Savona e su varie piazze, per la regia di Daniela Balestra; nel 2008 al romanzo è stato assegnato il primo premio assoluto “Il Maestrale” per la narrativa edita); la trilogia di Geppin Vallaro: Il padrone delle onde (2010), Il cacciatore di orizzonti (2012) e Il signore delle burrasche (2014); per la trilogia di Elisa Luce: La Capitana - 1. L’ammutinamento (2016) e La Capitana - 2. L’orgoglio del mare (2019).

Non mancano racconti e saggi pubblicati su riviste culturali, relazioni a convegni letterari e conferenze: il volume di racconti La prima spiaggia (2007); il saggio biografico Luigi Tenco - Per la testa grandi idee (2008); Gente di mare (2018, storie e persone di Riviera nei racconti pubblicati sul “Secolo XIX”).

Da alcuni anni alterna l'attività narrativa con quella teatrale. Ha infatti pubblicato diversi testi, fra cui: Ho sentito cantare un angelo (1990, già rappresentato parzialmente a Genova e dedicato a Nicolò Paganini), Una prigione di vetro (1994, dedicato a Luigi Tenco, in scena a Genova e altrove nel 1997 e rimesso in scena nel 2007), Monsieur Proust (1998, anch'esso rappresentato parzialmente), Un grido taciuto (1999, su Cesare Pavese), Una notte da papa (2001, su Adriano V Fieschi, in scena con successo nelle stagioni 2005-2006), Chi ha vissuto la mia vita? (2005, su Luigi Pirandello, messo in scena nel 2009 a Campobasso per la rassegna Molise in teatro dal Gruppo Maschere Nude "Amici del Teatro Pirandelliano", per la regia di Domenico Oriente), Anche il cielo è caduto (2007, atto unico sul crollo delle Torri Gemelle), La porta aperta (2010, atto unico), Gli occhi (2012, atto unico).
Il testo teatrale su Paganini è stato tradotto per l'Università Bulgara, mentre presso l'Università di Genova sono state discusse due tesi di laurea sul suo teatro e una tesi sui suoi romanzi, tutte con relatrice Graziella Corsinovi che nell'anno 2005-2006 ha anche tenuto un affollato corso monografico sempre sul teatro di Dentone.

A vivere s'impara soltanto,
non s'insegna mai.

l´artista

le opere

i ricordi

l´agenda

gli amici

scrivimi

 

 

Sei il visitatore 239.354 dal 22 Ottobre 2007

Grazie per la tua visita !

 

Sabato 14 Dicembre 2019
S. Giovanni della Croce

Ciò che dobbiamo imparare a fare lo impariamo facendolo.
Aristotele
384 a.C. – 322 a.C.

 


Indirizzo email protetto dal bots spam. Devi abilitare Javascript per vederlo.

disclaimer privacy warning credits

Design and Engineering © 1997÷2020 by Castrovinci & Associati

Ultimo aggiornamento del sito : Giovedì 12 Dicembre 2019 — 07:01:04
Archivi aggiornati a : Giovedì 12 Dicembre 2019 — 08:32:22